loading

CONTRIBUTO per ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE

Che cos'è

È un contributo economico finalizzato a sostenere il costo di tutti gli interventi diretti ad eliminare situazioni di rischio, di ostacolo o di impedimento alla mobilità e fruibilità generale (barriere architettoniche), al fine di garantire, nella misura più ampia possibile, l'autonomia del richiedente disabile nello svolgimento delle attività residenziali, nonché a valorizzare le capacità residue del richiedente, con l'obiettivo di migliorare complessivamente le condizioni di vita dei richiedenti.

A chi si rivolge

Il servizio è rivolto a cittadini che presentano un'invalidità permanente legata alla deambulazione.
Possono presentare istanza per il beneficio i portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, ivi compresa la cecità, o chi ne esercita la cura e tutela o la potestà, che hanno la residenza abituale nell'immobile per il quale richiedono il contributo.

Come si richiede

La richiesta di contributo in bollo deve essere presentata dall’interessato al Sindaco del Comune in cui è sito l'immobile.
Le domande possono essere presentate al Comune in qualsiasi giorno dell'anno e comunque non oltre il primo marzo.
Entro il 31 marzo di ogni anno, i Comuni raccolgono le domande pervenute e ne verificano la sussistenza dei requisiti.

Documenti da presentare

Alla domanda si allegano i seguenti documenti:

  • certificato medico, in carta semplice, redatto e sottoscritto da un medico, che deve attestare la disabilità del richiedente;
  • dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio che deve specificare l'ubicazione dell'immobile ove risiede il richiedente (o ove si trasferirà) e su cui si vuole intervenire;
  • preventivo di spesa inerente le opere relative al superamento delle barriere architettoniche oggetto di richiesta del contributo.

I moduli di domanda sono disponibili presso gli Uffici dei Servizi Sociali dei tre Comuni dell'Ambito e presso i siti web istituzionali.